Col Vetoraz

Col Vetoraz: 25 anni e un grande progetto di valore

Un riconoscimento prestigioso consegnato dai soci a 25 personaggi illustri 


Un vino spumante, il Valdobbiadene DOCG Superiore di Cartizze che rappresenta il vertice della produzione di Col Vetoraz e che, per celebrare i suoi primi 25 anni l’azienda ha racchiuso come in uno scrigno in una preziosa magnum dal design ricercato, decorata con brillanti Swarovski originali, appositamente prodotta in esclusiva solo in 25 esemplari.  

Nel corso del 2018 i soci hanno personalmente voluto consegnare questo prestigioso riconoscimento a venticinque personaggi, scelti dall’azienda stessa per essersi distinti grazie al proprio operato in diversi settori professionali.  

Un anno itinerante dunque quello appena chiusosi, nel segno di un progetto di valore che in sé contiene tutto il lavoro, la passione e l’impegno che questa realtà vinicola ha sostenuto con costanza in questi primi 25 anni dalla fondazione, avvenuta nel 1993 per volere di Francesco Miotto e dei soci Loris Dall’Acqua (enologo) e Paolo De Bortoli (agronomo), ma iniziato già nel lontano 1838 quando la famiglia fondatrice, i Miotto, si insediò sull’omonimo colle da cui ha origine il nome: Col Vetoraz.     

Col Vetoraz da sempre si distingue per essere modello di riferimento d’eccellenza nell’ambito della denominazione. Profondo rispetto per la tradizione, estrema cura dei vigneti e una scrupolosa metodologia della filiera produttiva senza togliere né aggiungere nulla a quanto la Natura già offre attraverso il grappolo, hanno consentito negli anni di ottenere spumanti di pregio pluripremiati oggi degni ambasciatori di una terra eletta e unica, quella del Valdobbiadene DOCG. 
Realizzare di aver contribuito alla crescita del territorio di appartenenza è motivo di orgoglio e insieme stimolo a proseguire con grinta questo cammino guardando a nuovi traguardi.   

La stessa passione, impegno, tenacia e ricerca ha guidato i soci nella selezione dei 25 personaggi, e in essi come nell’eccellenza dell’operato di ciascuno si sono visti rispecchiati. 
 
Ecco in ordine alfabetico, a chi è stato consegnato il riconoscimento:     

Antonio Amorim – Presidente Amorim Group Portogallo 
Antonia Arslan – scrittrice, traduttrice e accademica di origini armene 
Nicola Canal – ‘el Canal’ – web influencer  
Emilio Celotti – enotecnico, ricercatore e docente universitario
Lella Costa – attrice e doppiatrice 
Philippe Daverio – critico d’arte 
Enzo De Prà – Ristorante Dolada (Belluno) - la più longeva stella Michelin d’Italia   
Riccardo Donadon – Fondatore e Presidente di H-Farm 
Mariacristina Gribaudi – a.d. Keyline 
Luigi Moio – docente di enologia Università Federico II Napoli, esperto in aspetti sensoriali biochimici e tecnologici dell’aroma del vino     
Chiara Nardon – ricercatrice scientifica nell’ambito delle neoplasie alla mammella 
Vincenzo Nibali - ciclista 
Gessica Notaro – artista musicale impegnata nella difesa delle donne vittime di abusi e violenza
Helmut Kocher – Fondatore e Presidente Merano Wine Festival
Isabella Potì e Floriano Pellegrino - Ristorante Bros’ - Lecce – 1 stella Michelin
Niko Romito – Ristorante Casa Reale – Castel di Sangro (AQ) – 3 stelle Michelin 
Paolo Rotelli – Presidente Gruppo Ospedaliero San Donato – il primo gruppo privato italiano 
Massimo Scattolin – chitarrista classico e compositore  
Alessandro Scorsone – sommelier, responsabile del cerimoniale di stato a Palazzo Chigi e giornalista 
Sandro Veronesi – Fondatore e Presidente Gruppo Calzedonia 
Francesco Vidotto – ex imprenditore, oggi scrittore di romanzi di montagna 
Bebe Vio – atleta paralimpica 
Luca Zaia – Governatore Regione Veneto  
Filippo Zanella – Fondatore e Presidente di Self, startup digitale 



Col Vetoraz Spumanti S.r.l. 
Situata nel cuore della Docg Valdobbiadene, la cantina Col Vetoraz si trova a quasi 400 mt di altitudine, nel punto più alto dell’omonimo colle adiacente alla celebre collina del Cartizze detta Mont del Cartizze. E’ proprio qui che la famiglia Miotto si è insediata nel 1838, sviluppando fin dall’inizio la coltivazione della vite. Nel 1993 Francesco Miotto, discendente di questa famiglia, assieme all’agronomo Paolo De Bortoli e all’enologo Loris Dall’Acqua hanno dato vita all’attuale Col Vetoraz, una piccola azienda vitivinicola che ha saputo innovarsi e crescere e raggiungere in poco più di 20 anni il vertice della produzione di Valdobbiadene Docg sia in termini quantitativi che qualitativi, con oltre 2.000.000 kg di uva Docg vinificata l’anno da cui viene selezionata la produzione di 1.200.000 di bottiglie. Grande rispetto per la tradizione, amore profondo per il territorio, estrema cura dei vigneti e una scrupolosa metodologia della filiera produttiva e della produzione delle grandi cuvée, hanno consentito negli anni di ottenere vini di eccellenza e risultati lusinghieri ai più prestigiosi concorsi enologici nazionali ed internazionali.  

 

Registrazione newsletter

Iscriviti per ricevere la nostra newsletter